giovedì 29 novembre 2007

Linux...lo sconosciuto - Prima parte

Quanti di voi si saranno chiesti cos'è Linux?
Quanti non ne possono più di schermate blu, stile Windows quando crasha e si impalla, e di seccature sull'installazione di nuovi oggettini tecnologici da attaccare al PC?
Bene, da un mesetto e mezzo quasi è uscita la nuovissima distribuzione di Ubuntu, per l'esattezza la 7.10, che per chi non lo conoscesse è un sistema operativo alternativo a Windows che in meno di una ventina di minuti può essere installato su qualsiasi computer nuovo o vecchio che sia.

L'installazione è semplice: si inserisce il cd nel lettore del PC e si fa partire la versione LIVE, che altro non è che il sistema operativo funzionante da CD. Una volta caricato si aprirà il desktop di Ubuntu con l'icona INSTALLA e da qui in poi è tutta discesa a patto che abbiate un router per la connessione a internet che è fondamentale per l'installazione automatica di aggiornamenti e programmi aggiuntivi.

Se nel vostro PC è presente una scheda video NVIDIA le cose saranno più semplici, ma ultimamente anche ATI sta cominciando a sviluppare drivers compatibili con Linux.
Infatti grazie alla scheda video anche non potentissima e non recentissima si potrà usare Ubuntu come nei video che ho postato su Google e che vi mostro qui sotto:









Potente ehhhhh!!!!!
Nemmeno Windows Vista e Mac OSX arrivano a fare certe cose e per di + Linux Ubuntu è GRATUITO e scaricabile direttamente da internet.
In più alla fine dell'installazione vi ritroverete già installato OpenOffice che altro non è che l'alternativa gratuita a Microsoft Office(Word, Excel, Powerpoint ecc) .
Ma non finisce qui ci sono anche programmi per chattare, per disegnare e moltissimo altro ancora.

Bene non vorrei annoiarvi troppo con queste frasone computeresche quindi rimando il resto delle spiegazioni alla prossima volta.

Ciao a tutti

1 commento:

fiorenzo ha detto...

Su quanto fosse veloce ed affidabile linux non avevo dubbi, la mia unica perplessità è sulla compatibilità con le periferiche.
Tu che dici?

Posta un commento